Stampa

Pizza Fruttariana: dopo il primo assaggio vi sarà tutto più chiaro.

Scritto da elisa. Postato in Blog di Cucina

Benché mi ritenga incapace di cucinare, gli attimi che precedono la preparazione sono sempre i più elettrizzanti, così come quelli che la seguono. A patto che il risultato sia buono, s'intende. Non sono un granché interessata all'assaggio quanto, invece, a tutto il resto. Sì, lo so, è strano. Ma non posso farci niente. E' maggiore la soddisfazione di vedere qualcun'altro che mangia ciò che ho preparato piuttosto che rimpinzarmi io stessa.

Il momento della scelta, poi, è sicuramente la parte che preferisco. Ho un rituale tutto mio fatto di pazienza, ragionamenti, ripensamenti e irrazionalità al tempo stesso. Può trattarsi di una ricetta che avevo in mente da tempo o di una di cui avevo sentito parlare. La curiosità di testare un nuovo prodotto "strano" appena arrivato in negozio o la sicurezza di riproporre una "vecchia" ricetta rivisitata. Il più delle volte è così altrimenti mi affido ai miei innumerevoli ricettari "esotici" che ho praticamente sparsi dappertutto (sia in casa che in negozio). E dopo aver scelto arriva il momento delle "modifiche". Comincio a domandarmi in quali e quanti modi potrei dare un tocco personale a quel piatto. Aggiungendo spezie o ingredienti nuovi, sostituendo questo con quello, disponendo il tutto in modo diverso.

 Qualcuno di voi si starà domandando: << Ma non sarebbe più semplice che tu ti inventassi una ricetta tua? >>.

Beh, forse sì. Ma per una che è incapace di cucinare il giusto incipt è fondamentale!

 Detto ciò, la ricetta che vi propongo oggi non è arrivata alla mia attenzione in maniera spontanea. Mi è stata messa la cosiddetta "pulce nell'orecchio". E, benché non faccia parte del mio carattere, sono arrivata alla conclusione che non c'è niente di peggio che sentirsi divorare dalla curiosità. << Pizza Fruttariana >> mi è stato detto. << Ma di cosa si tratta?! >> mi sono subito domandata. Innanzitutto bisogna cominciare col piede giusto e quindi domandandosi << Cosa mangiano i Fruttariani? E perché? >>. Dal momento che mi sono dilungata già abbastanza vi lascio il link per la pagina di Wikipedia.

Difficoltà: Facile

Tempo: 15 minuti la preparazione + 15 minuti la cottura

Ingredienti:

  • 160 gr di farina di platano + 20 gr per la lavorazione
  • 1/2 tazza d'acqua
  • 1 zucchina
  • 1/2 peperone giallo
  • 1 pomodoro maturo
  • 3 pomodori secchi
  • 1 pomodoro tipo datterino
  • Olive nere denocciolate
  • sale

Cominciamo questa semplicissima ricetta preparando le verdure! Tagliate a strisce non molto alte il peperone e, con l'aiuto di un mandolino, molto finemente la zucchina. In una padella antiaderente, senza l'aggiunta di olio, cuocete per pochissimi secondi le rondelle di zucchine e le strisce di peperone. Spellate il pomodoro, tagliatelo in 4 parti, unitevi i pomodori secchi, un pizzico di sale e frullate il tutto fino ad ottenere la salsa per la vostra pizza. Assaggiate e aggiustate di sale. Mettete da parte. Potreste aggiungervi anche delle olive per ottenere un sapore ancora più deciso!

Adesso è il momento di preparare l'impasto della vostra pizza fruttariana! Dal momento che non verrà aggiunto nessun tipo di agente lievitante questo passaggio sarà molto veloce e semplice. Setacciate 160 gr di farina di platano e lavoratela aggiungendo 1/2 tazza d'acqua. Amalgamate bene il tutto, utilizzando dell'altra farina per evitare che l'impasto si attacchi. A questo punto cospargete nuovamente il vostro piano da lavoro con della farina e stendete il vostro impasto con l'aiuto di un mattarello. Trattandosi della prima volta e volendo evitare a tutti i costi una pizza secca ai lati e cruda all'interno, ho deciso di lasciarla un pochino alta (circa 1 cm).

Preriscaldate il forno a 220°C. Cospargete la salsa di pomodoro su tutta la superficie della vostra pizza e fatela cuocere per 10 minuti prima di controllarla. Il tempo di cottura, ovviamente, è molto variabile. Lo spessore della pizza è sicuramente un fattore determinanate e, di conseguenza, i miei tempi potrebbero non corrispondere esattamente con i vostri. Dopo i primi 10 minuti l 'impasto era cotto ai lati, ma non completamente al centro. Allo scoccare dei 14, invece, era praticamente perfetto. Tirate fuori la pizza dal forno, è giunto il momento di disporre le verdure nel modo che preferite.  Io ho optato per ricorprire l'intera superficie con le rondelle di zucchine, disponendo le strisce di peperone giallo ai lati e al centro 1 pomdoro datterino diviso in 4 parti e 1 oliva nera. Decorate la pizza nel modo che preferite MA il risultato sarà sempre e solo uno: D E L I Z I O S A !

 Ecco di seguito il resto delle foto scattate durante la preparazione:

 

 

Alcuni degli ingredienti utilizzati per la preparazione di questa ricetta potete acquistarli direttamente nella sezione Shop Online

LoSqualoBianco Cesti natalizi GLUTEN FREE 🇺🇸 queste 2 composizioni sono in partenza 🚛 entro sabato raggiungeranno i loro legittimi… https://t.co/kH8Bx6v4hB
LoSqualoBianco Il mio #MoodOfTheDay ?!? 🤨 Beh, penso che potete capirlo da soli! 🤣🤣🤣 Lo scorso weekend queste bibite sono state og… https://t.co/rIK4YXImlg
LoSqualoBianco Domani è il mio compleanno 🎂 È un mese che sto portando avanti una “Campagna del Terrore” affinché Ferdinando e i… https://t.co/EynqmOJLap
LoSqualoBianco Oggi è esattamente trascorso 1 anno da quando abbiamo iniziato questo percorso insieme 🖤 “L’amore conta”, e per noi… https://t.co/L960GtqHVo
LoSqualoBianco Nonostante tutto, la merce è arrivata! Vi aspettiamo per i vostri acquisti fino alle 20:00 💜 e domani mattina, dal… https://t.co/YWs7J7xMSl
LoSqualoBianco Non ci sono parole. Solo un grande dolore e una rabbia ancora più grande. #genova
LoSqualoBianco Mercoledì 15 agosto il negozio resterà aperto solo la mattina dalle 08:30 alle 12:30 💛
LoSqualoBianco Guardando MINDHUNTER
LoSqualoBianco Capisci già che sarà una “GIORNATA PARTICOLARE” quando una cliente ti chiede di contarle 20 cozze (330gr) per farle… https://t.co/UQceFda94E

Siti amici

Associazione Kokeshi
CUSPlay Pisa





Lo Squalo Bianco Ethnic Store powered by Studio Ramen